La posizione corrente:Home > Studiare in Cina

Vivere da italiani a Kunming

2013年10月17日 18:03 fonte:Cina in Italia  autore:

 

Kunming è una città dello Yunnan (Cina meridionale) in cui antiche mura di difesa e moderni centri commerciali coesistono armonicamente. La città è famosa anche per il suo osservatorio astronomico e le sue università, come la Yunnan University e la Yunnan Normal University. Due ragazzi descrivono la loro vita da italiani a Kunming 

  

Giuseppe Laganà ha 26 anni ed è originario del sud dell’Italia. Vive a Kunming principalmente per migliorare il suo cinese, ma nel frattempo si tiene occupato lavorando

 

Chiara ha 25 anni e viene dalla provincia di Bergamo. Lavora in un’azienda a capitale misto italo-cinese che importa e distribuisce vini, olio di oliva e altri prodotti tipici italiani.

 

Descrivi questa città con tre aggettivi.

G: Vivibile, rilassante, interessante

C: Interessante, accogliente, contraddittoria.

Perché hai scelto proprio questi tre termini?

G: Mi sembrano quelli che descrivono meglio le sensazioni che si provano qui! Vivibile perché pur essendo molto grande Kunming offre anche la possibilità di godersi la città e i suoi abitanti. Rilassante perché ci sono molti spazi dov’è possibile “ritirarsi” dalla vita frenetica e fare molte attività a contatto con la natura. Infine, interessante perché ci sono molti giovani sia cinesi sia stranieri che animano la città con diverse attività sportive e culturali.

C: Interessante per la presenza di numerose minoranze etniche e la vicinanza con il sud-est asiatico: Kunming è, da centinaia di anni, un crocevia di culture e un centro nevralgico di scambi, e questo crea un’atmosfera molto particolare, ricca di dettagli insoliti e che mi affascinano.

Accogliente perché, pur contando più di 6 milioni di abitanti, il centro città ha un’estensione limitata, all’interno del quale ci si può spostare a piedi o in bicicletta. Inoltre, accogliente è il termine che per me meglio descrive la comunità di stranieri residente a Kunming, all’interno della quale è stato sorprendentemente facile ambientarmi.

Contraddittoria perché, come in tante altre città della Cina, modernità e arretratezza, natura e inquinamento, modernità e degrado convivono fianco a fianco, e non sempre in maniera armonica.

Per quale motivo hai scelto di vivere in questa città e non in un’altra?

G: Ho seguito il consiglio di amici che ci erano già stati e si erano trovati molto bene.

C: Quando ho deciso di tornare in Cina, speravo di poter trovare una città meno frenetica e occidentalizzata delle metropoli della costa orientale, che mi permettesse di entrare davvero in contatto con la cultura locale. Inoltre, Kunming è una città dalla quale si può “scappare” facilmente, per una gita di due o tre giorni al lago o in montagna.

Se tornassi indietro, faresti la stessa scelta?

G: Certo!

C: Sì, assolutamente!

Qual è la prossima città cinese che visiterai?

G: Mi piacerebbe visitare Chengdu, nella provincia del Sichuan.

C: Mi capita raramente di avere come meta una grande città quando viaggio, soprattutto in Cina. Dovendo scegliere, visiterei Nanning oppure Chengdu.

Quali sono l’aspetto positivo e quello negativo di questa città?

G: L’aspetto più positivo è sicuramente il clima perché è sempre primavera, 365 giorni all’anno! Quello negativo, inutile dirlo, è l’inquinamento che ormai è percepibile anche nelle zone naturali vicino alla città.

C: Gli aspetti positivi di vivere a Kunming sono molti: è una città in cui si può vivere bene con un budget abbastanza contenuto, è facile entrare in contatto con la gente locale ed è un ottimo punto di partenza per viaggiare.

Purtroppo, bisogna fare i conti con una serie di aspetti negativi. Primo fra tutti l’inquinamento, in continua crescita; in secondo luogo il traffico, ormai insostenibile nelle ore di punta; infine la difficoltà di trovare un impiego stabile, al di là dell’insegnamento dell’inglese: l’italiano è richiesto ancora molto raramente e le opportunità di lavoro per stranieri in altri settori sono limitate.

Tre cose che non ti saresti mai aspettato di trovare in questa città.

G: Non mi sarei mai aspettato che fosse così vivibile, nonostante i miei amici me l’avessero già anticipato. E poi non avrei mai immaginato di vivere in una città con un clima così mite tutto l’anno. Infine sono stato positivamente colpito dalla ricchezza culturale offerta dalle numerose minoranze etniche che vivono nella zona

C: Il purée “della nonna” (老奶洋芋), il formaggio (乳饼) e il prosciutto (火腿) dello Yunnan!

Un consiglio per chi vuole venire a vivere nella tua città.

G: Siate pronti a sperimentare nuove esperienze!

C: Dimenticarsi la frenesia, ma anche tante comodità, delle metropoli cinesi come Pechino e Shanghai: qui, purtroppo o per fortuna, tante cose vanno ancora “ a rilento”, l’autobus arriverà a destinazione sempre in ritardo e non tutto funziona 24 ore su 24!