La posizione corrente:Home > Moda

Fashion da collezione per l'anno del Gallo

2017年01月12日 22:31 fonte:  autore: Marta Cardellini
Foto da gucci.cn


Ogni anno ha il suo “logo”, moderno e stilizzato, retrò, colorato o in bianco e nero, l’importante è rispettare la tradizione e il significato culturale.

 

Il protagonista indiscusso del fashion per il nuovo anno del Gallo è sicuramente il colore rosso, in tutte le sue sfumature. Da Louis Vuitton a Gucci, a Tod’s e Reebok, a Dolce & Gabbana e Dior: gli articoli di lusso, che siano foulard di seta, borse, giacche o scarpe, sono decorati con galli dalla cresta fiammeggiante e dalle piume coloratissime. Ci sono poi anche i set in edizione limitata offerti dalle case di cosmetica come L’Oreal, Estée Lauder o dai marchi di sport, che piacciono molto al popolo fashion cinese, come Reebok, Adidas e Vans. Dedicato solo agli uomini invece il set di orologi firmato Piaget.

Le polemiche però anche quest’anno non sono mancate e si sono soffermate in particolare sulla rappresentazione dell’animale, troppo spesso confuso nella forma e nelle linee con la fenice oppure non conforme all’idea tradizionale cinese. Il web si è scatenato con commenti del tipo «È un fake», «Perché dovrei spendere tanti soldi per un articolo che sembra contraffatto?», in riferimento alle rappresentazioni di alcuni marchi che non hanno rispettato il significato dell’animale. È il caso di Calvin Klein con i suoi slip decorati solo di oro e rosso, senza alcun riferimento all’importante piumaggio tradizionale del gallo, di Etrò che ha svelato un design più simile ad altri animali e di Longchamp che invece ha presentato un gallo spoglio e di cattivo gusto. Un vero flop per alcune case.

L’importante, quindi, per i brand stranieri è indirizzare correttamente i propri prodotti verso i consumatori cinesi, rispettando i loro gusti e soprattutto la loro cultura.