La posizione corrente:Home > Economia

Hurun, i miliardari preferiscono Pechino

2017年03月07日 20:53 fonte:  autore: Marta Cardellini
Foto: China News Service


Con una ricchezza complessiva pari al 2,1% del Pil mondiale i miliardari cinesi conquistano il primato mondiale per numero, ben 609 a fronte dei 552 statunitensi. Ci sono poi i 109 in Germania, 100 in India e all’undicesimo posto in classifica, a quota 41, anche l’Italia. Pechino è la città “a maggior densità di paperoni” con 94 super ricchi.

 

Pechino è la città con più miliardari al mondo. A dirlo è la Hurun Global Rich List 2017, che per il secondo anno consecutivo le conferisce il primato con un numero di 94 super ricchi, contro gli 86 di New York, seconda città nella lista. È la Cina quindi ad essere “la patria dei miliardari” con quota 609 (41 in più rispetto allo scorso anno), mentre gli Usa secondi sono a 552. Il valore totale della ricchezza dei patrimoni cinesi è pari al 2,1% del Pil mondiale. Il settore che ha partorito i businessmen più brillanti è stato il real estate, poi manifatturiero e TMT (tecnologia, media, telecomunicazioni). La loro età media è di circa 58 anni, 6 anni in meno rispetto all’età media dell’intera lista: i miliardari cinesi sono giovani e si sono fatti da soli. La Cina inoltre ospita i due terzi mondiali di ricchezza femminile, ovvero le dirigenti miliardarie più influenti al mondo.

Fra le città cinesi “a maggior densità di paperoni” ci sono Hong Kong con 71 miliardari, Shenzhen con 62, Shanghai con 53, Hangzhou 36, Taipei 25, Guangzhou 22. Naturalmente fra i cinesi più ricchi ci sono Wang Jianlin, Jack Ma, Wang Wei di SF Express, Li Ka-shing, Pony Ma di Tencent.

A comparire nella lista, al 38º posto, anche l’italiana Maria Franca Fissolo di Ferrero Rocher, con un patrimonio di 22 miliardi di dollari (20,7 miliardi di euro) e al 47º Leonardo Del Vecchio di Luxottica.