La posizione corrente:Home > Attualità

A Qingdao nuove regole sugli amici a quattro zampe

2017年06月09日 21:18 fonte:  autore: Marta Cardellini
foto: Cns/Hu Yan


Essere un proprietario responsabile, è questo lo scopo del nuovo regolamento rilasciato dall’amministrazione della città di Qingdao che ha imposto ai suoi cittadini il limite massimo di un cane, preferibilmente di taglia piccola.

 

Da giovedì nella città costiera di Qingdao, nella provincia di Shandong, sarà possibile avere massimo un cane a famiglia, pena una multa di 2000 yuan (262 euro). Il regolamento, rilasciato dall’amministrazione locale, vieta inoltre ben 40 razze di cani che sono per la maggior parte di taglia grande. A favore gran parte dei cittadini, decisi a divenire “padroni responsabili”.

Qingdao, tuttavia, non è l’unica città ad avere regole simili. A Chengdu, nel Sichuan, vige il divieto di un solo cane a famiglia sin dal 2009 e in caso di aggressione ad un passante o di mancata pulizia sulla strada i proprietari rischiano pesanti sanzioni monetarie. Anche ad Harbin, nell’Heilongjiang, sono ammessi solo cani da compagnia di taglia piccola, 50 cm di altezza e 70 di lunghezza.

Come del resto anche in Italia, i proprietari saranno autorizzati a far uscire i propri cani solo in presenza di un microchip che verrà rilasciato nel momento dell’iscrizione dell’animale all’anagrafe canina, per la somma di 400 yuan (circa 52 euro).