La posizione corrente:Home > Spettacoli

Progetti cinematografici sino-europei

2017年06月15日 22:45 fonte:Orisa Produzioni  autore:

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Per il terzo anno consecutivo l’associazione sino-europea Bridging the Dragon inaugura il suo Laboratorio di progetti sino-europei.

Quest’anno il primo modulo dell’evento ha luogo prima del Festival di Shanghai dal 13 al 16 giugno nella città di Nanchino in collaborazione con ARRI, Università delle Arti di Nanchino, le istituzioni e l’industria cinematografica della città cinese.

Dopo il successo delle edizioni precedenti, l'obiettivo dell'iniziativa è ancora quello di promuovere lo sviluppo di progetti idonei alla collaborazione tra le industrie cinematografiche europea e cinese. I 12 progetti scelti sono seguiti da esperti di sceneggiatura e produzione di entrambe le parti, al fine di contribuire a superare le differenze culturali e favorire la loro fattibilità. Ma, ancora una volta, il progetto è un momento in cui sviluppare relazioni professionali, capire meglio i due mondi cinematografici, incubare talenti.

Quest’anno tra i tutor sono presenti tra gli altri la celebre scrittrice / sceneggiatrice Yan Geling (che ha firmato tra i tanti titoli gli ultimi due film di Zhang Yimou) lo sceneggiatore Philip LaZebnik (autore di molti blockbuster di animazione tra cui Mulan, Pocahontas, Il principe d'Egitto), Rikke Ennis CEO di Zentropa la società di Lars Von Tries, Abe Kwang (già capo sviluppo di colossi cinesi come Wanda e Enlight), Keming Hou vice direttore dell'Accademia del cinema di Pechino e direttore del China children film festival.

E ovviamente una presenza anche italiana tra la programmatrice dei festival di Locarno e Udine, Maria Ruggieri, che darà una master class sul mondo dei festival internazionali e la commedia “Grape to glass” ambientata nel mondo del vino italiano e diretta della premiata regista Elsa Yang.

Dice il regista e produttore Cristiano Bortone, co-fondatore in quota italiana dell’associazione: “Il crescente numero di domande che abbiamo avuto quest'anno e la qualità dei progetti e delle società che hanno aderito, è un segno di come le nostre due industrie cinematografiche si stiano avvicinando. Per la prima volta in Cina si comincia a dare attenzione al concetto di qualità dei film e su questo l’Europea sta diventando un partner importante. Questo ci rende molto orgogliosi e disposti a continuare a far crescere questo format ".

Così Mandy Rahn Senior Manager della famosa azienda tecnica tedesca ARRI, uno degli sponsor dell’evento e dell’associazione: "Dopo aver frequentato il laboratorio nel 2016 siamo rimasti colpiti dall'atmosfera e dal livello della partecipazione e per questo ARRI ha deciso di continuare a sostenere le iniziative di Bridging the dragon. Riteniamo che l'attività dell'associazione possa dare un contributo importante a portare l'industria cinematografica europea più vicina a quella cinese. Noi, come ARRI, siamo molto interessati ad essere parte di questo processo e esplorare tutte le possibilità di collaborazione con questo grande nuovo mercato ".

 

 

Press contacts:

Orisa produzioni

Via Ostilia 31

info@orisa.it

tel: 06 39750996