La posizione corrente:Home > Moda

L'Italia a Macao con il terzo Palazzo Versace

2017年10月23日 19:31 fonte:  autore: Daniela Baranello
Foto: Palazzo Versace Dubai dal sito ufficiale


La catena di hotel di lusso ha aperto prima in Australia, poi a Dubai e nella terza sede in Cina avrà un unico ristorante italiano.

 

Dopo il primo aperto nel 2000 in Queensland e il secondo a Dubai lo scorso anno, quest'anno è la Cina, a Macao, la terza tappa del Palazzo Versace, hotel di lusso firmato dal noto marchio di moda italiano, a 17 anni dall'esordio australiano. Ma è nel 1992 che il fondatore della casa italiana Gianni Versace lanciò la prima collezione di Versace Home, nata dalla sua passione per l'arredo.

Già nel 2013 era stata annunciata la terza sede di Macao, colonia portoghese fino al 1999 famosa per essere la capitale cinese del gioco d'azzardo, tanto che sta diventando la nuova meta del turismo di lusso. Il Palazzo di Dubai è un complesso enorme a cinque stelle, costato ben 600 milioni di dollari. Dallo stile misto fra Cinquecento italiano e mondo arabo, è dotato di 215 stanze e suite nonché 169 residenze private, con pavimenti in marmo italiano, affreschi d'oro, un mosaico di mille metri quadri, otto fra bar e ristoranti e un club, disegnati da Donatella Versace. Nella nuova sede cinese invece, è previsto entro il 2018 l'inserimento dell'unico ristorante stellato “Da Vittorio”, della famiglia bergamasca Cerea, da cui si apprende che il Palazzo avrà 300 camere e il ristorante sarà l'unico ad occuparsi della sala principale, di circa 70 posti, di due private rooms, delle colazioni, del servizio in piscina e in camera.

Il complesso sorgerà a Gran Lisboa Palace, la zona più “in” di Macao, il cui nome omaggia la capitale portoghese e in cui lavorano gli chef migliori del mondo. Fra gli altri, proprio di fronte, lo chef tristellato francese Joel Rubuchon avrà l'incarico presso Palazzo Lagerfeld, in costruzione, dell'omonimo stilista, fotografo e regista tedesco.