La posizione corrente:Home > Attualità

A Pechino arriva “Little Big City Beijing”

2018年09月19日 17:04 fonte:  autore: redazione
foto: da ecns

 

Il modello in formato ridotto riproduce i luoghi iconici della capitale cinese mescolando storia e tecnologia all’avanguardia per evocare la “memoria” della città

 

È stato recentemente inaugurato nella storica cornice di Qianmen street “Little Big City Beijing”, un luogo in miniatura che mostra la cultura e la storia della città sin dalla dinastia Yuan (1271-1368).

La versione miniaturizzata di Pechino comprende monumenti come la Grande Muraglia e la Città Proibita ed è stata realizzata con modelli 3D, mappature di proiezione, ologrammi e oltre 6mila manichini in miniatura di tutti i ceti sociali, con vivaci espressioni facciali. I visitatori possono così godere di una piccola versione dell’architettura tradizionale di Pechino, ma dovranno guardare molto da vicino per notare tutte le figure storiche dei “residenti”.

L'attrazione è un posto dove i bambini possono imparare a conoscere Pechino attraverso ologrammi vivaci ed esperienze interattive, scooprendo come è stata costruita la Grande Muraglia e ascoltando gli aneddoti sugli imperatori delle dinastie.

Fra le tante scene riprodotte, c'è anche una miniatura che mostra la parata militare cinese del 2015 che ha commemorato il 70° anniversario della vittoria nella Guerra della resistenza contro l’aggressione giapponese (1937-45).

«L'attrazione si rivolge principalmente alle famiglie e i bambini così che possano conoscere le abitudini sociali, la cultura e la storia di Pechino in modo interattivo», ha spiegato Wang Rui, direttore generale di “Little Big City Beijing”.

«Abbiamo cercato anche di renderlo divertente. E fra le diverse scene, si potranno vedere scimmie dispettose per strada, i bambini che cavalcano maiali e le persone che litigano», ha proseguito.

Starà poi agli ospiti osservare attentamente per identificare i manichini in miniatura e riconoscere l’imperatore Qianlong della dinastia Qing (1644-1911) e il poeta Xu Zhimo (1897-1931).